1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit non si risolleva dai minimi storici, Equita abbassa prezzo obiettivo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Unicredit fatica a ritrovare smalto in Borsa dopo aver chiuso ieri sui nuovi minimi storici. Il titolo viaggia a cavallo della parità in area 6,50 euro dopo aver toccato un minimo intraday a 6,426 euro, sostanzialmente lo stesso minimo toccato nella giornata di ieri e analogo anche al minimo di metà marzo. Il titolo nelle ultime due sedute non ha reagito bene ai conti trimestrali che hanno evidenziato una perdita consistente di 2,7 miliardi di euro. Con i cali degli ultimi giorni il titolo ha portato a oltre -50% il saldo da inizio anno, tra i peggiori di tutto il Ftse Mib.

Oggi Equita SIM ha aggiornato le stime di utile 2021-2022 (-2%) modificando il mix attraverso una riduzione in media del 2/3% per Margine di interesse e commissioni, parzialmente compensata da minor costi. Unicredit nell’incontro con gli analisti ha indicato un target di utile 2021 di 3-3,5 mld, livello che a detta di Equita è aggressivo in ipotesi di margine d’interesse ancora sotto pressione e anche tenendo conto di una ripresa delle commissioni. Il nuovo target price indicato dalla sim milanese per il titolo Unicredit è più basso del 7% a 9,1 euro (7,8x 2021E P/E, 0,36x P/TE).

Ieri gli analisti di Mediobanca Securities hanno sottolineato come questa crisi sarà una sorta di traversata nel deserto per testare la forma fisica di Unicredit dopo che negli ultimi 4 anni la banca ha portato avanti un consistente percorso di ristrutturazione e riassetto.