1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Certificates ›› 

Trimestrali Usa: passo falso per Amazon e Google

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Amazon non convince il mercato con ricavi sotto le attese e deludente outlook per il quarto trimestre, lo spicchio d’anno più importante per Amazon poiché comprende la stagione delle vacanze che scatterà con il Black Friday del 23 novembre. Deboli anche i riscontri di Google.

I numeri di Amazon


L’Eps, utile per azione, si è attestato a $5,75, rispetto ai $3,14 previsti, mentre il fatturato è stato pari a $56,6 miliardi, al di sotto dei $57,10 miliardi attesi. Amazon prevede inoltre che il fatturato del quarto trimestre si attesterà in un range compreso tra $66,5 miliardi e $72,5 miliardi, al di sotto dei $73,79 miliardi attesi dagli analisti.

“Il problema è ancora più significativo sui margini. Le indicazioni della società sono per 2,1-3,66 mld di risultato operativo mentre gli analisti proiettavano 3,9 mld”, rimarca Alessandro Balsotti, Strategist e Gestore del JCI FX Macro Fund.

“Le spese operative – aggiunge Balsotti – sono destinate a salire in maniera importante (22%) e sarà importante capire se è una salita strutturale (ad esempio dovuta al famoso aumento del salario orario minimo a 15 dollari o all’apertura della catena AmazonGo senza casse) o causata da spese una tantum come la costruzione di un secondo headquarter”.

Dopo anni di rapida crescita, l’online negli Usa si è stabilizzato negli ultimi due anni, secondo un’analisi rilasciata dal Pew Research Center il mese scorso. I giganti internet stanno così aumentando le spese alla ricerca di nuove fonti di crescita. Amazon ha visto lievitare le spese operative del 22% a $ 52,9 miliardi nel trimestre. In particolare sta investendo in data center cloud, dispositivi informatici basati sulla voce e crescita internazionale in paesi come l’India.

 

Male anche Google 

Indicazioni parzialmente deludenti anche da Alphabet. La holding a cui fa capo Google ha fatto il pieno di utili, andati oltre le attese, mentre il fatturato ha deluso. Gli utili si sono attestati a $9,19 miliardi, o $13,06 per azione, decisamente meglio dei $10,42 per azione attesi dal consensus. Il fatturato è stato pari a $33,74 miliardi, in rialzo rispetto ai $27,77 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno. Il giro d’affari di Google, che incide più di tutti sulle vendite di Alphabet, è stato di $27,01 miliardi, in rialzo rispetto ai $21,97 miliardi del terzo trimestre del 2017, ma ex-TAC (al netto dei costi di acquisizione del traffico) ha deluso i $27,3 previsti dal consensus.