1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Surroga mutuo: richieste record nel 2019 grazie a tassi fissi ai minimi storici

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuovi minimi storici per i tassi fissi che hanno chiuso il 2019 con le migliori offerte sotto la barriera dell’1% anche per le durate più lunghe. I mutui a tasso fisso erogati nel quarto trimestre del 2019 rappresentano, infatti, il 91,7% del totale (nel terzo trimestre 87,6%) seguiti da quelli a tasso variabile (7,4%). Dall’Osservatorio Mutui di MutuiOnline.it per il 2019 emerge poi che complessivamente nel 2019 l’89,4% degli investitori ha puntato sui mutui a tasso fisso, mentre il 9,3% sui mutui a tasso variabile.

Il mutuo con durata ventennale risulta al primo posto sia sul fronte delle richieste che delle erogazioni. In totale i mutui ventennali erogati nel 2019 rappresentano il 37,7%; in seconda posizione si piazzano i mutui della durata di 30 anni (19,3%). Infine a livello geografico, è il Nord Italia che guida la classifica per il maggior numero di mutui erogati nell’ultimo trimestre dell’anno con il 51,2% contro il 35,3% del Centro e il 10,2% del Sud.

L’anno appena trascorso è stato caratterizzato da un elevato numero di richieste di sostituzione e surroghe del mutuo (55,6%). Un livello così alto, dice l’Osservatorio, era stato raggiunto solo nel 2015 con il 60,2% di richieste di surroghe. Se nel 2018 le domande di surroga rappresentavano il 46,8%, nell’ultimo trimestre dell’anno le domande per sostituzione o surroga hanno raggiunto il 68,1%. A influire soprattutto l’onda del calo dei tassi su nuovi minimi storici dopo le misure monetarie avviate dalla BCE in settembre.