1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Soft Commodities: gli analisti ottimisti sulla tenuta dei prezzi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante i prezzi delle commodity agricole siano in genere ciclici, questa volta ci aspettiamo che i cali siano limitati. A dirlo è il Credit Suisse nel suo Global Equity Thematics. Secondo il report nonostante i prezzi delle soft commodities presentino in genere una correlazione diretta con l’andamento del ciclo economico, questa volta la discesa dei prezzi dovrebbe essere contenuta “dall’andamento delle scorte, generalmente basse, dalle condizioni atmosferiche e dalla domanda, che a dispetto della crescita zero delle economie sviluppate potrà contare sull’apporto dei mercati emergenti”.

I fondamentali sosterranno i prezzi dei prodotti alimentari anche per Hsbc. Per quanto riguarda i cereali, l’analista Pedro Herrera pronostica che i prezzi del granoturco rimarranno elevati a causa dell’andamento delle scorte. Herrera nel corso della Global Natural Resources Conference ha rilevato come lo stocks-to-use ratio (il coefficiente di interrelazione tra approvvigionamento e richiesta) sia al 13,6%, contro il 18% della media degli ultimi 10 anni. Indicazioni positive anche per lo zucchero, le cui quotazioni all’Ice sono attese nel range 25-30 centesimi di dollaro fino alla fine dell’anno.