1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Risparmio gestito, tre i titoli italiani da comprare secondo Goldman Sachs. Focus su ritorno dividendi e balzo utili grazie a furioso rally mercati

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel corso del mese di novembre i mercati azionari hanno fatto registrare un sostanziale rialzo grazie alle elezioni presidenziali americane e poi all’annuncio di tre diversi vaccini anti COVID-19. Le attese di un’ampia distribuzione di vaccini hanno portato le borse a festeggiare con l’indice STOXX 600 salito al 14% e l’S&P 500 in crescita dell’11% nel mese di novembre.
Tutto ciò ha favorito i testimonial del risparmio gestito che si trovano sotto la copertura di Goldman Sachs, con guadagni in media del 19% a novembre. Inoltre, guardando alla imminente decisione a dicembre della BCE sui dividendi per le banche, gli esperti ritengono che la fine dello stop sia probabile. Ciò si tradurrebbe in una ripresa del pagamento dei dividendi nel 2021 per società quali Amundi, Banca Mediolanum e Fineco che hanno sospeso il pagamento dei dividendi nel 2020. “Prevediamo che il pagamento del 2021 sarà in linea con gli anni precedenti e che si baserà solo sugli utili del 2020 – – scrive Goldman Sachs –  con il risultato di un un rendimento medio dei dividendi del 4,6% su questi titoli”.

Fineco, Bca Generali e Anima le preferite tra le italiane

Detto ciò gli esperti si soffermano su singoli titoli, assegnando rating Neutral ad Azimut, sottolineando che i principali rischi al rialzo e al ribasso per questo caso di investimento sono relativi a flussi più alti/bassi, soprattutto in relazione al segmento dei mercati privati, un ambiente macro peggiore/migliore del previsto e un ambiente migliore/peggiore del previsto che emerge dall’andamento del mercato.
Neutral anche il rating assegnato a Banca Mediolanum i cui principali rischi al rialzo e al ribasso secondo gli esperti di Goldman sono flussi più alti/bassi, soprattutto nel settore assicurativo, un ambiente macro peggiore/migliore del previsto e M&A.
Buy invece per FinecoBank i cui principali rischi negativi sono un peggioramento dell’ambiente macro, una domanda inferiore alle attese per i FAM, minore volatilità, crescita del Regno Unito più lenta del previsto e maggiore concorrenza in termini di giocatori che offrono gli stessi prodotti multicanale di Fineco.
Buy anche per Banca Generali i cui principali rischi negativi sono il peggioramento dell’ambiente macro, una domanda inferiore al previsto per Lux IM, la mancanza di domanda in Svizzera, la regolamentazione negativa e le questioni tecnologiche.
Fuori dal Ftse Mib, raccomandazione d’acquisto per Anima, su cui i principali rischi al ribasso includono un deterioramento della situazione macro italiana, deflussi dal retail superiori alle attese, M&A diluitivi, performance dei fondi inferiore alle attese e compressione del margine di commissione maggiore del previsto.