1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Rame: gli scioperi in Cile spingono al rialzo i prezzi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Primo incremento nelle ultime 5 sedute per il rame, che in questo momento mette a segno un rialzo di 99 dollari a 9.782 dollari la tonnellata. Gli investitori stanno scommettendo su un calo dell’offerta a seguito degli scioperi nella miniera cilena Escondida, di proprietà di BHP Billiton. Secondo i sindacati, finora lo stop alla produzione ha provocato una contrazione della produzione di 12 mila tonnellate.

I lavoratori chiedono premi di produzione e bonus a seguito dell’incremento delle quotazioni, più che triplicate negli ultimi anni. Un sostegno ai prezzi arriva anche dai dati fondamentali. Secondo l’International Copper Study Group le richieste di rame quest’anno supereranno l’offerta di 377 mila tonnellate.