1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Risparmio ›› 

Postepay Green: come funziona (e costi) della nuova carta prepagata sostenibile dedicata ai giovani

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Poste Italiane lancia la nuova carta di pagamento ricaricabile Postepay Green, prodotta in materiale biodegradabile (composta per l’82% da acido polilattico di origine biologica) dedicata ai ragazzi tra 10 e 17 anni. Oltre a essere all’insegna della sostenibilità – con l’obiettivo di tagliare il traguardo di 20 milioni di carte biodegradabili entro il 2025 – la nuova carta, realizzata in collaborazione con Visa, offre una serie di nuove funzioni anche per i genitori, dal “parental control” alla “paghetta”. I ragazzi possono fare acquisti e pagamenti in autonomia, in modalità fisica e digitale (anche contactless) e scambiare piccole somme di denaro con i propri amici.

Dal parental control alla paghetta

Vediamo nel dettaglio come funziona. La gestione della nuova carta è ottimizzata dall’App Postepay, che una volta scaricata sullo smartphone permette di accedere a ulteriori servizi, come i pagamenti nei negozi convenzionati con “Codice Postepay” (basta inquadrare con la fotocamera dello smartphone il codice QR esposto), i pagamenti con lo smartphone tramite Google Pay, i trasferimenti di denaro “p2p” da una carta Postepay all’altra o l’acquisto del biglietto dei mezzi di trasporto. Con Postepay Green, inoltre, si può partecipare al programma ScontiPoste e fare acquisti e-commerce o nei negozi. I genitori, invece, possono utilizzare l’app per personalizzare l’uso della carta in base alle necessità di spesa del momento.
Con Postepay Green è possibile inviare la paghetta tramite l’App Postepay o il sito postepay.it: i genitori possono scegliere di impostare una paghetta automatica per ricaricare la carta del proprio figlio, ad esempio ogni settimana (a tempo) oppure ogni volta che il saldo disponibile scende al di sotto della soglia prescelta (a soglia). Tramite il servizio di “parental control”, i genitori possono anche tenere sotto controllo le spese del proprio figlio, impostare i limiti di prelievo/spesa, abilitare/disabilitare la carta agli acquisti online per singole categorie merceologiche e l’utilizzo all’estero.

Costo di emissione e commissioni per prelievi

Postepay Green ha un costo di emissione di 5 euro e può essere richiesta dal genitore in qualsiasi degli 12.800 uffici postali senza la necessità della presenza dei ragazzi, basta avere con sé i propri documenti di identità e quelli del figlio. La carta si può ricaricare attraverso tutti i canali disponibili per altre carte Postepay: presso un ufficio postale, presso gli sportelli automatici ATM Postamat, tramite le tabaccherie e i punti vendita convenzionati della rete PuntoLIS, oppure online sul sito postepay.it o, ancora, dallo smartphone o dal tablet grazie alle App gratuite Postepay e BancoPosta.
Le commissioni per i prelievi sono:  1,00 euro da ATM Postamat e da POS Postamat; 1,00 euro da da uffici postali abilitati (POS); 1,75 euro da ATM bancario abilitato, in Italia e Paesi Euro; 5,00 euro per prelievo in valuta diversa dall’Euro da ATM Visa all’estero + 1,10% dell’importo del prelievo.
Il Plafond massimo è di 1.000 euro. Il limite per singola operazione è 500,00 euro (giornaliero: 1.000,00 euro).