1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Poste fa dietrofront in Borsa, dividend payout non impatta con attese analisti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Finale di giornata in rosso per Poste Italiane (-2% a 10,245 euro) dopo una prima reazione positiva al piano “2024 Sustain & Innovate” svelato oggi e che prevede ricavi in aumento a 12,7 miliardi nel 2024, con un tasso annuo di crescita annuo (Cagr) del 3%, grazie al contributo di tutti i segmenti di business. L’utile netto è visto in rialzo a 1,6 miliardi nel 2024, con un Cagr del 6% e un +33% rispetto al 2020.

Poste indica una politica dei dividendi “competitiva e sostenibile”. Per il 2021 è atteso un dividendo per azione iniziale di 0,55 euro, in aumento del 14% rispetto al 2020 (payout ratio del 60%) e poi una crescita costante del 6% annuo al 2024.

“Obiettivi 2024 sopra le attese a livello di fatturato, in linea su Ebit ed utile netto (ma di migliore qualità con M&P atteso a breakeven nel 2024 ed in utile dal 2025) mentre sono conservativi sul dividend payout (54% vs 60% exp)”, commenta oggi Equita SIM che ha giudizio buy sui Poste con target price a 10,6 euro.