1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari cenerentola a maggio, Dax e Wall Street corrono a velocità doppia del Ftse Mib

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari sorride a metà. Il bilancio di maggio è ampiamente positivo con il Ftse Mib che nelle ultime sedute si è riportato sopra i 18 mila punti, risalendo ai livelli pre-lockdown, ossia sui massimi dal 9 marzo. A ben vedere però non è tutto oro quel che luccica
Il Ftse Mib ha chiuso maggio con un +2,87%, una buona performance che però fa un po’ storcere il naso soprattutto se confrontata con gli altri maggiori listini mondiali. Wall Street anche questo mese ha fatto molto meglio con circa +7% per Dow Jones e +7,55% per l’S&P 500, con quest’ultimo tornato sopra i 3.000 pti sui massimi a quasi 3 mesi. Meglio di tutti il Nasdaq con oltre +9%. Anche in Europa c’è chi ha fatto meglio dell’Italia con +6,68% per il Dax e +4,18% per l’Euro Stoxx 50.

Sottoperformance del Ftse Mib che stride con il fatto che l’Italia sia stata comunque tra i primi paesi a uscire dal lockdown e nell’ultima settimana si è aggiunta anche la sponda del Recovery Fund, che vedrà la fetta più grande della torta riservata proprio all’Italia. “I mercati italiani hanno sottoperformato i principali indici sui continui timori di un forte rallentamento della crescita italiana con conseguente aumento del debito pubblico”, rimarcavano ieri gli esperti di Equita nel loro Monthly Report.

Ancora più penalizzante il confronto se si guarda il saldo da inizio anno che è ancora di oltre -22% per il Ftse Mib, ben peggiore rispetto al -5,77% dello S&P 500, senza scomodare sua maestà Nasdaq 100 che segna un impressionante +9,5% Ytd.

“La performance dei principali indici dal minimo di metà marzo suggerisce prudenza, in quanto anticipa un rimbalzo a V dell’economia – avverte Equita che si aspetta invece che la riapertura dell’economia avverrà con molta cautela – La valutazione dei mercati non appare attraente: lo S&P 500 sta trattando a 21.5x PE fwd 12M (Stoxx600 a 17,5x vs 15x media ultimi cinque anni)”.