1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Petrolio in mercato orso spaventa Wall Street, ma su base settimanale forti rialzi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sessione negativa per gli indici azionari Usa, che scontano i forti cali dei prezzi del petrolio. Il Dow Jones è arrivato a perdere fino a -173 punti, zavorrato dai ribassi di Caterpillar, che hanno più che compensato i guadagni di Disney. Lo S&P scende dell’1% circa, colpito dagli smobilizzi sui titoli energetici e tecnologici.

Il Nasdaq fa anche peggio, capitolando fino a -1,5%, sulla scia delle flessioni di Facebook, Amazon, Netflix and Alphabet. (FANG)

Il sentiment negativo è legato al calo del contratto WTI sul petrolio scambiato a New Yor, sceso sotto la soglia psicologica dei $60 al barile, per la prima volta dallo scorso marzo.

I prezzi del contratto sono scivolati tra l’altro nel mercato orso, a un valore inferiore di oltre il 20% rispetto al record delle ultime 52 settimane.

Da segnalare tuttavia che, nella settimana delle elezioni Midterm 2018, la performance dell’azionario Usa su base settimanale è stata più che positiva.

Nella settimana terminata nella sessione di ieri (dunque esclusi i cali di oggi), lo S&P 500 e il Dow Jones hanno guadagnato su base settimanale rispettivamente +3,1% e +3,6%, mentre il Nasdaq è salito del 2,4%.

Commenti dei Lettori
News Correlate