1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Certificates ›› 

Oggi è il giorno della Bce, attenzione alle parole di Draghi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Oggi l’attenzione è rivolta a Francoforte dove la Banca centrale europea terrà la sua ultima riunione dell’anno che segnerà anche la fine del piano di Quantitative Easing. Importante dunque ascoltare le parole del governatore Mario Draghi, nel corso della consueta conferenza stampa, per cercare di intuire le mosse dell’istituto nel corso del 2019 e in particolare il futuro andamento dei tassi di interesse in un contesto economico più debole per l’Eurozona.

Nell’attesa della riunione le Borse europee hanno aperto gli scambi in moderato rialzo. In avvio a Francoforte l’indice Dax sale dello 0,43%, a Parigi il Cac40 guadagna lo 0,36% e a Londra l’indice Ftse100 incassa un +0,33%. A sostenere i mercati alcuni rumor riportati dal Wall Street Journal, secondo cui Pechino sarebbe pronta a garantire l’accesso ai propri mercati a più società straniere, al fine di smorzare le tensioni commerciali con Washington. Occhio anche alla fiducia ottenuta dalla premier britannica Theresa May nel voto di ieri sera tra i membri conservatori del Parlamento britannico. La fiducia permette a May di rimanere leader del partito per un altro anno.

Intanto in Italia si guarda con maggiore fiducia alla possibilità di un accordo tra Roma e Bruxelles sulla Manovra 2019 ed evitare così l’avvio della procedura di infrazione. Il premier Giuseppe Conte avrebbe proposto di far scendere il target sul deficit-Pil dal 2,4% al 2,04%. Un portavoce della Commissione europea ha parlato di “buoni progressi” da parte dell’Italia nell’incontro Juncker-Conte di ieri e ha reso noto che Bruxelles, ora, “valuterà la proposta ricevuta”.