1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Nel super-giovedì anche la maxi-asta Btp. I dettagli dell’emissione e attese su domanda e tassi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Appuntamento oggi con la consueta asta Btp a media-lunga scadenza di fine mese. per massimi 7,75 miliardi di euro. Asta che arriva poche ore prima del meeting Bce. Nel dettaglio il Tesoro ha annunciato il collocamento giovedì 10 giugno di Btp a 3 anni (scadenza aprile 2024) per un minimo di 3 miliardi e un massimo di 3,5 miliardi. In offerta anche Btp a 7 anni (scadenza luglio 2028) per 2-2,5 miliardi. Infine, emissione meno corposa da 1,25-1,75 mld per il Btp a 20 anni (marzo 2041). In totale quindi massimi 7,75 miliardi dopo che in settimana il Tesoro ha allocato il nuovo Btp a 10 anni con un’emissione da ben 10 miliardi.

Cosa attendersi oggi? “Prevediamo che la domanda sarà solida poiché i BTP continuano a offrire il rendimento più elevato nell’area dell’euro”, indicava nei giorni scorsi Althea Spinozzi, Fixed Income Strategist di Saxo. “È importante non dimenticare che i titoli di Stato europei continuano a essere strettamente correlati ai Treasury statunitensi. Pertanto, se vedremo i rendimenti in aumento negli Stati Uniti, il messaggio accomodante della BCE potrebbe essere inutile per tenere sotto controllo i rendimenti”, aggiunge l’esperta in vista della riunione Bce. Saxo prevede che la BCE mantenga invariata la politica monetaria con gli acquisti di obbligazioni. “E’ prematuro parlare di tapering nell’area dell’euro poiché l’economia si sta appena aprendo dopo un lungo periodo di blocco”, rimarca Althea Spinozzi.

I tassi di allocazione dovrebbero essere leggermente più bassi rispetto a quelli di un mese fa per le scadenze a 3 e 7 anni alla luce della discesa dei rendimenti sul mercato secondario nelle ultime settimane. L’asta Btp dello scorso 13 maggio aveva visto rendimenti in rialzo dai minimi storici nella parte medio-lunga della curva. Il Btp triennale (scadenza aprile 2024) era stato allocato al tasso negativo di -0,06%, risollevandosi dai minimi storici e il rapporto di copertura era stato 1,41. Il Btp a 7 anni aveva visto l’allocazione di titoli per 4,5 mld con rendimento di 0,69% e un rapporto di copertura di 1,35.