1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mps, ipotesi stand-alone: titolo cede oltre -3%. Oggi riunione cda, rumor aumento capitale fino a 2,5 MLD

QUOTAZIONI Bca MpsUnicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mps continua a fare dietrofront, cedendo oltre -3% dopo aver perso ieri più del 4%.

Oggi si riunisce il cda che dovrebbe affrontare il tema della ricapitalizzazione della banca, anche se non presente nell’ordine del giorno.

Ieri è arrivato il comunicato di Amco, che ha reso noto che è stato firmato l’atto di scissione del compendio di NPE da parte di MPS alla stessa AMCO.

Si parla dell'”atto di scissione parziale non proporzionale con opzione asimmetrica di MPS a favore di AMCO, approvata dalle rispettive assemblee in data 4 ottobre 2020″.

Amco ha precisato che “la scissione sarà attuata, in virtù del rapporto di cambio, tramite: (i) attribuzione ai soci di MPS di n. 55.153.674 azioni di categoria B di AMCO di nuova emissione (le “Azioni B di AMCO”) e (ii) annullamento di n. 137.884.185 azioni ordinarie MPS in capo ai soci della stessa”.

Le indiscrezioni su Mps indicano intanto un aumento di capitale che dovrebbe essere di circa 2-2,5 miliardi.

Stando a quanto riportato oggi da Il Corriere della Sera, che ha ricordato anche la dote fiscale da “2 miliardi netti” che il Mef ha messo a disposizione per convincere un potenziale acquirente ad accollarsi Mps – il Tesoro avrebbe stanziato già 1,5 miliardi per coprire l’aumento di capitale.

Con la ricapitalizzazione non si può escludere – visto che non c’è al momento nessun pretendente ufficiale, tanto meno UniCredit nonostante il pressing di Roberto Gualtieri – che Mps ricorra all’opzione stand-alone, con tanto di benedizione della Bce a causa dell’aumento di capitale previsto.