1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Made in Italy: Confindustria avvia progetto Brave Italy guidato da Renzo Rosso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Confindustria lancia il progetto Brave Italy! legato alla delega sull’eccellenza, bellezza e gusto dei marchi italiani, affidata dal Presidente Bonomi a Renzo Rosso. Il progetto mira a valorizzare le eccellenze del Made in Italy in tutti i settori, dall’industria, ai servizi, trasformando 'la way of life' italiana, riconosciuta e ammirata in tutta il mondo, in un modello di vita e di business, connotandola in chiave di modernità, sostenibilità e attenzione al sociale.

La prima tappa sarà mappare l’enorme potenziale produttivo italiano, per far emergere i best in class nei diversi settori, raccogliendo poi idee e contributi direttamente dalla voce degli imprenditori e delle associazioni, attraverso una sorta di fabbrica delle idee condivisa. Le imprese e le realtà produttive selezionate saranno tra quelle con elevata propensione all’export e riconoscibilità del brand come sinonimo di Made in Italy e di qualità; imprese leader di settore e con alto grado di investimenti in innovazione e ricerca; imprese orientate alla sostenibilità ambientale e sociale, ma anche start-up in settori e mercati emergenti, con idee originali e di successo.

“Brave Italy! Perché in questo momento c’è bisogno di coraggio per affrontare il cambiamento e sapersi reiventare, traendo forza dalle nostre radici e dal saper fare italiano, per coniugare il nostro DNA con le sfide della tecnologia e della sostenibilità" - ha commentato Renzo Rosso, Delegato del Presidente di Confindustria per Eccellenza, Bellezza e Gusto dei marchi italiani. "Dobbiamo portare avanti un lavoro di squadra per essere insieme ambasciatori nel mondo del modello di unicità che contraddistingue la dolce vita e lo stile italiano. È un progetto ambizioso su cui chiediamo il contributo di tutti coloro che vogliono il meglio per il nostro Paese. Cerchiamo di costruire il futuro insieme - ha concluso Rosso - puntando a un nuovo modello di vita e di benessere, inclusivo e capace di guardare alle nuove generazioni”.