1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

La criptovaluta XRP crolla del 18%, Ripple sarà citata in giudizio dalla SEC per vendita titoli non registrati

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La SEC, la Consob americana, intenterà una causa contro Ripple sostenendo che la società ha violato le leggi che vietano la vendita di titoli non registrati. L’amministratore delegato di Ripple, Brad Garlinghouse, ha dichiarato che la causa della SEC è “fondamentalmente sbagliata come questione di fatto e di diritto” e ne ha messo in dubbio la tempistica.

La criptovaluta ha subito un netto calo a seguito della notizia della prevista causa della SEC, scendendo di quasi il 18% a circa 46 centesimi. “La SEC ha permesso a Ripple (XRP) di funzionare come moneta per oltre otto anni, e ci interroghiamo sulle motivazioni che hanno portato a questa azione pochi giorni prima del cambiamento di amministrazione. Invece di fornire un chiaro quadro normativo per le criptovalute negli Stati Uniti, (il presidente della SEC) Jay Clayton ha inspiegabilmente deciso di citare in giudizio Ripple – lasciando il lavoro legale effettivo alla prossima amministrazione” ha detto Garlinghouse. Con una valutazione di mercato di oltre 20 miliardi di dollari, Ripple è una delle maggiori criptovalute al mondo dopo bitcoin ed Ethereum; creata e distribuita nel 2012, è stata progettata per facilitare i pagamenti transfrontalieri veloci.
La società Ripple sostiene che XRP, come il bitcoin, dovrebbe essere classificato come valuta e non deve essere registrato come contratto di investimento.