1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Intesa Sanpaolo prevede per 2008 ripresa vigore della crescita dei ricavi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’esposizione netta del gruppo Intesa Sanpaolo al rischio verso prodotti strutturati di credito con sottostanti attività subprime Usa risulta negativa per 28 milioni di euro al 31 marzo 2008. Per l’intero 2008, il gruppo bancario nato dalla fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo Imi ritiene che le conseguenze negative che la crisi dei mutui subprime americani ha prodotto nel mondo dalla seconda metà del 2007 dovrebbero progressivamente attenuarsi e, quindi, dovrebbe riprendere vigore la crescita dei ricavi sostenuta anche da un miglioramento della componente finanziaria. Per quanto riguarda i costi operativi, si legge nella nota di Intesa Sanpaolo, i rigorosi controlli attuati dovrebbero continuare a produrre positivi effetti economici, mentre dovrebbe rimanere sui livelli programmati il costo del credito. Nel primo trimestre i proventi operativi netti si sono attestati a 4.648 mln di euro, rispetto ai 4.896 mln. del 1° trimestre 2007 (-5,1%). A livello patrimoniale, al 31 marzo 2008 il Tier 1 ratio del gruppo Intesa Sanpaolo si è attestato al 6,7%.