1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Dl Sostegni: Cgia, ristori per il Covid ‘bruciati’ per pagare le tasse

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Se con i due decreti Sostegni approvati nei mesi scorsi il Governo Draghi sarà chiamato a erogare a imprese e partite Iva 21,4 miliardi di euro circa di contributi a fondo perduto, per contro, le attività economiche verseranno all’erario quasi 19 miliardi entro la fine di questo mese per onorare le scadenze previste dal
calendario fiscale. E' quanto ha segnalato nel fine settimana l’ufficio studi della Cgia.

"Insomma - segnala l'associazione - comparando questi grandi numeri, possiamo affermare, con grande amarezza, che se molti titolari d’azienda riceveranno pochi aiuti e in grave ritardo, dovranno restituirli subito al mittente, cioè allo Stato, per pagare acconti e saldi di Ires, Imu, Irpef/addizionali Irpef, Irap e diritto camerale". È evidente, aggiunge ancora la Cgia, che stiamo mettendo a confronto solo i saldi. Tuttavia, se con una mano ti danno i ristori e con l’altra se li prendono quasi tutti indietro attraverso le tasse, per lo Stato non cambia nulla, ma per tantissime piccole attività, spossate dalla crisi, le difficoltà sono destinate ad aumentare.