1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Commodity: vendite sul petrolio, il Wti scende a 95,7 dollari il barile

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Vendite sul petrolio. Lo stallo delle trattative per l’innalzamento del tetto del debito ed i dati sotto le attese comunicati dal Dipartimento del Commercio stanno spingendo al ribasso il prezzo del greggio. Nonostante l’ottimismo di Obama, che poco fa si è detto pronto a continuare le trattative ad oltranza per risolvere il problema del debito, le trattative sembrerebbero giunte ad un binario morto. A peggiorare la situazione sono poi arrivati i dati relativi il Pil a stelle e strisce. La crescita del primo trimestre è stata rivista al ribasso dall’1,9% allo 0,4% mentre tra aprile e giugno il dato ha messo a segno un +1,3%, contro il +1,6% del consenso. Sul mercato il timore di un rallentamento della domanda statunitense sta ovviamente penalizzando i prezzi. Il Wti in questo momento quota in calo di un dollaro e mezzo a 95,7 dollari mentre il brent, il petrolio del Mare del Nord, scende di 30c a 116,94 dollari il barile.