1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bozza Def: debito-Pil 2019 al 132,7% dopo privatizzazioni, disoccupazione sale all’11%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il debito pubblico salirà alla fine del 2019 al 132,7% del prodotto interno lordo, rispetto al 132,1% del 2018, “pur includendo proventi da privatizzazioni pari all`uno per cento del Pil”. Lo si legge nella bozza del Documento di economia e finanza che andrà all’esame del Consiglio dei ministri.

Per gli anni successivi il rapporto debito/Pil nello scenario tendenziale si ridurrebbe al 131,7% nel 2020, e al 129,8% nel 2022.

“Malgrado si continuino ad ipotizzare proventi da privatizzazioni pari allo 0,3 per cento del PIL nel 2020, oltre all’uno per cento previsto per quest’anno – si legge nella bozza, stando a quanto riporta l’agenzia di stampa Askanews – la riduzione del debito in rapporto al PIL è moderata in presenza di bassa crescita nominale, rendimenti reali relativamente elevati e un surplus primario che resterebbe lievemente al di sotto del 2 per cento del PIL anche nell`anno finale della proiezione”.

In crescita anche il tasso di disoccupazione, previsto all’11% rispetto al 10,6% dell’anno scorso. Il tasso di disoccupazione crescerà anche nel 2020 portandosi all’11,2% e tornerà poco sotto l’11% nel 2021.