1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borsa Tokyo +1,8%, in Cina soffrono titoli hi-tech. Schiaffo Autorità mercati ad Alibaba (-8%) nel Singles Day

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Molto bene la borsa di Tokyo, con l’indice Nikkei 225 che ha chiuso in rialzo dell’1,78% a 25.349,60 punti. Giù invece la borsa di Shanghai, scesa dello 0,47%, mentre Hong Kong ha incassato un guadagno di appena +0,20%.

Male sulle borse cinesi soprattutto il comparto hi-tech: Alibaba e Tencent sono scese rispettivamente di oltre -8% e di quasi il 5%; male anche JD.com (-7%).

Il comparto ha scontato la notizia di una bozza contenente linee guida per il settore, stilata dall’autorità cinese per la regolamentazione dei mercati. Le linee guida sarebbero volte a combattere il rischio di comportamenti anti-concorrenziali sulle piattaforme Internet.

I titoli tecnologici hanno scontato anche i sell che sono tornati ad abbattersi contro il Nasdaq, alla vigilia, per la seconda sessione consecutiva.

Alcuni analisti, dopo la notizia del vaccino anti-coronavirus di Pfizer-BioNTech, hanno già paventato una grande rotazione dai titoli delle Big Tech e ‘stay at home’ verso i titoli ciclici, quelli che più hanno sofferto a causa del lockdown e delle misure di contenimento lanciate per arginare i contagi da coronavirus.

Nella sessione di ieri, il Dow Jones è salito di 262 punti, lo S&P 500 è arretrato dello 0,14% mentre il Nasdaq Composite si è confermato di nuovo maglia nera con una flessione dell’1,4%, sulla scia dei cali di Microsoft, Amazon, Facebook e Alphabet.

Tornando in Asia, occhio al calo del gigante dell’e-commerce Alibaba, scatenato dal rischio di una normativa più severa per le società del settore, e avvenuto proprio nel giorno dell’evento Singles Day (evento di shopping che dura di solito 24 ore e che prende il via l’11 novembre in Cina, anche se c’è da dire che, quest’anno, sia Alibaba che JD.com hanno iniziato a lanciare promozioni e forti sconti a partire dal 1° novembre scorso). Il valore degli ordini totali di Alibaba si aggirava a $56 miliardi, prima della fine dell’evento, stando a quanto riporta il sito Cnbc.