1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bce, Lagarde: ‘non abbiamo discusso oggi alcuna uscita graduale da PEPP, è prematuro’

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Non abbiamo discusso oggi alcuna uscita graduale dal PEPP, è prematuro”. E’ quanto ha detto Christine Lagarde, numero uno della Bce, nella conferenza stampa successiva all’annuncio dei tassi da parte della Bce.

Lagarde ha rimarcato che la decisione di aumentare la velocità degli acquisti del PEPP, annunciata a marzo, rispetto ai primi due mesi del 2021, è stata presa al fine di “preservare condizioni favorevoli di finanziamento”.

“I numeri che contano nel valutare gli acquisti del PEPP non sono quelli settimanali, ma quelli mensili”, ha ricordato inoltre la numero uno della Bce.

Come da attese, oggi la Bce ha confermato i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50%.

Il Consiglio direttivo si attende che i tassi di interesse di riferimento della BCE si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali finché non vedrà le prospettive di inflazione convergere saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2% nel suo orizzonte di proiezione e tale convergenza non si rifletterà in maniera coerente nelle dinamiche dell’inflazione di fondo.

Il Consiglio direttivo continuerà a condurre gli acquisti netti di attività nell’ambito del Programma di acquisto per l’emergenza pandemica (pandemic emergency purchase programme, PEPP), con una dotazione finanziaria totale di 1.850 miliardi di euro, almeno sino alla fine di marzo 2022 e, in ogni caso, finché non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus.