1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banco BPM schizza a +8%, Intesa Sanpaolo +5%. Mercato fiuta TLTRO Bce molto generoso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Rush finale delle banche con Banco BPM in primissima fila con oltre +8%, seguito a ruota da UBI con +6,5% e INtesa Sanpaolo a +4,85%. Leggermente più indietro Unicredit con +3,6%.

E’ forte l’attesa per il meeting Bce di domani che potrebbe riservare misure ad hoc per sostenere il sistema bancario. Secondo fonti riportate dall’agenzia Bloomberg la Bce starebbe studiando misure per fornire liquidità a costi bassissimi al sistema bancario.

Credit Suisse ieri sottolineava che un qualsiasi eventuale ulteriore taglio ai tassi (possibile taglio del tasso sui depositi di 10 pb a -0,6%) verrebbe accompagnato da un aumento proprio del tiering.

Antonio Cesarano, chief global strategist di Intermonte Sim, ritiene che la manovra della Bce si dovrebbe articolare su tre fronti: una manovra convenzionale sui tassi, una manovra non convenzionale in tema di QE e una manovra molto vicina all’ipotesi di helicopter money. In particolare, il TLTRO appare la misura più importante, non tanto per la novità dello strumento (è tuttora in corso la TLTRO III varata da Draghi a settembre), quanto per il suo meccanismo di funzionamento. L’esperto di Intermonte SIM ipotizza uno spread negativo ad esempio fino a 50 pb vs tasso depositi, nel qual caso il vantaggio per il beneficiario (trattandosi di tasso negativo) potrebbe arrivare fino a -1%. A livello di modalità attuative, le banche potrebbero essere sollevate in toto o in parte dal rischio trasformazione di tali impieghi in sofferenze, mediante due operazioni alternative o combinate.