1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Banco BPM piange in Borsa, svanisce appeal da sirene francesi? Per analisti non è detto e Mediobanca alza tp del 36% sul titolo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Comparto bancario in fibrillazione nel giorno della mossa di Credit Agricole che ha lanciato un’Opa su Credito Valtellinese. L’affondo dei francesi cambia le carte in tavola in quanto proprio Credit Agricole era tra gli indiziati a mettere le mani su Banco BPM, che infatti oggi accoglie con un violento tonfo del 3,71% la scelta dei francesi di puntare su CreVal.

Sullo sfondo rimangono altri scenari, come quello di una fusione tra Banco BPM e Bper – ben vista da Cimbri, ceo di Unipol (azionista di riferimento di Bper) – oppure un avvicinamento tra Unicredit e Banco Bpm, che a detta degli analisti di Equita SIM avrebbe molto senso dal punto di vista industriale.

Gli analisti di Mediobanca Securities mostrano fiducia sul titolo Banco BPM, alzando oggi il prezzo obiettivo da 1,65 a 2,25 euro; una revisione al rialzo di oltre il 36% (anche se solo il 20% sopra la chiusura odierna del titolo). Il nuovo target incorpora un premio M&A, così come quello indicato per Bper su cui oggi gli analisti di Piazzetta Cuccia hanno rivisto la raccomandazione a outperform (dal precedente neutral) con tp passato da 1,5 a 2,05 euro per lo stesso motivo di Banco BPM, ossia considerando il fattore M&A.

Mediobanca inoltre ritiene che l’Opa di Credit Agricole su CreVal non significhi un addio finale alla possibilità di un futuro accordo con Banco BPM, che potrebbe arrivare più in là nel tempo considerando che le sinergie fra il Banco e i francesi sono giudicate dagli analisti potenzialmente migliori rispetto a quelle in caso di nozze Banco-Bper.