1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Banche Italia: Jp Morgan vede sistema solido, Unicredit e Banco Pop le preferite

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le banche italiane non destano grosse preoccupazioni agli analisti di Jp Morgan, almeno per il momento. “Gli istituti di credito italiano hanno rassicurato in coro il mercato, nonostante lo scenario macro poco sereno. Il sentimento positivo sembra derivare da un settore corporate ancora solido che supporta la crescita nei mutui, una buona qualità degli asset e un controllo dei costi grazie alle recenti fusioni”, osservano gli esperti nella nota diffusa oggi. Insomma nessun pericolo, almeno per il 2008. Per quanto riguarda il 2009 però le cose potrebbero non essere così confortanti, soprattutto se la fase di rallentamento dovesse continuare. “Vogliamo lanciare una nota di prudenza almeno per il 2009, quando il ciclo potrebbe essere ancora meno benigno”, avverte il broker statunitense. In conclusione, le banche italiane godono di buona salute, e sembrano solide nonostante il rischio di utili che persiste in un contesto globale. Tra gli istituti migliori della Penisola, Jp Morgan indica Unicredit e Banco popolare, i cui rating vengono confermati al gradino overweight.

Commenti dei Lettori
News Correlate
IL 21 NOVEMBRE ARRIVA IL PIANO

Snam: Credit Suisse alza il target price a 4,9 euro

Snam sotto la lente d’ingrandimento di Credit Suisse che conferma la raccomandazione ‘outperform’. Gli analisti della banca d’affari svizzera hanno rivisto al rialzo il target price di Snam, portandolo a …

ERA STATO POSTO SOTTO OSSERVAZIONE

Intesa Sanpaolo: Fitch conferma rating breve termine

Fitch Ratings ha confermato il rating di Intesa Sanpaolo per il breve termine ‘F2’. E’ quanto si apprende in una nota del gruppo bancario guidato da Carlo Messina nella quale …

IL NUOVO RATING

Standard Ethics boccia il rating di ABB

Standard Ethics ha declassato il rating di ABB, portandolo a “EE” dal precedente “EE+”. ABB è un componente dello SE Swiss Index e dello SE European 100 Index. “Le strategie …