1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Atlantia sempre in vetta al Ftse Mib, attesa per offerta Cdp su Aspi

QUOTAZIONI Atlantia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata sotto i riflettori per Atlantia a Piazza Affari, dove mostra un rialzo di quasi il 4% a 15,64 euro (massimo intraday a quota 15,76 euro) in una seduta dominata dalla notizia dell’Opa totalitaria sulle azioni Astm promossa da Naf2, veicolo controllato al 100% da Nuova Argo Finanziaria (60% Gavio e 40% Ardian), che punta a ottenere il delisting del titolo.

Un’offerta che si riflette anche sulle performance di Atlantia, la migliore del Ftse Mib. Per il gruppo ci sono sotto la lente anche i rumor sull’affaire Aspi. Secondo quanto riporta “Il Messaggero” sarà presentata l’offerta vincolante per l`88% di Aspi della cordata di CDP (24 febbraio la dead line per presentare l’offerta). Il prezzo sarebbe nella forchetta 8,5-9,5 miliardi di euro, già rifiutata dalla holding e sarebbe condizionata all’approvazione del Piano economico e finanziario (Pef) e dal fatto che non vi sia una procedura di infrazione UE. Come sottolineano gli analisti di Equita, che mantengono la raccomandazione hold su Atlantia, il pagamento cash sarebbe pari al 66-75%, mentre verrebbe dilazionato il residuo in 3-4 anni. In una nota il M5S sottolinea che i tempi dell’operazione sarebbero da rivedere fino a quando non saranno noti i contenuti del Pef.
“Riteniamo che lo scenario politico sia migliorato e quindi ci attendiamo che si arrivi ad una soluzione con Cdp per Aspi. Andranno valutate le condizioni di un’eventuale offerta, su come saranno prezzati i rischi per le cause giudiziarie e quale sarà l’iter di approvazione del Pef”. Gli esperti aggiungono che “l’accordo con Cdp eliminerebbe il rischio politico, risolverebbe il problema del debito nella holding (4,5 miliardi di euro) ed assicurerebbe flessibilità finanziaria ad Atlantia per asset rotation o supportare Abertis, il cui leverage rimane elevato”.

“Vediamo la notizia, se confermata, come positiva in quanto potrebbe sbloccare un lungo e travagliato processo di negoziazione, migliorando così la visibilità sull’equity story di Atlantia“, scrivono da Intesa Sanpaolo.