1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

AMCO consolida e amplia collaborazione con servicer italiani

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

AMCO ha portato a termine una procedura competitiva per l’assegnazione in outsourcing della gestione di specifiche tipologie di crediti NPE, a valle dell’acquisizione del portafoglio MPS. Lo comunica la full-service credit management company partecipata dal Mef precisando che la collaborazione attiva con un crescente numero di primari operatori del mercato italiano gli permette di continuare a far leva sul proprio modello operativo. Il modello operativo di AMCO, spiega ancra la nota, crea efficienze dimensionali anche grazie all’affidamento in outsourcing delle posizioni granulari, beneficiando della specializzazione e delle economie di scala dei servicer partner.

La procedura competitiva è stata avviata lo scorso ottobre e ha coinvolto complessivamente circa 40 servicer. Le offerte dei servicer sono state valutate sulla base di criteri di selezione ben definiti tenendo in considerazione il livello di specializzazione nella gestione dei crediti, le competenze operative, i livelli di performance e il track record.

Ad esito della procedura AMCO ha assegnato ai seguenti 11 servicer la gestione in outsourcing di circa 3,3 miliardi di euro di NPE, relativi a circa 72.000 debitori: AT, Banca Ifis, Cerved Credit Management, Covisian Credit Management (già CSS), Credito Fondiario, CRIBIS Credit Management, Fire, FININT REVALUE (Gruppo Finanziaria Internazionale), Gruppo doValue (doValue e Italfondiario), Intrum Italy, Sistemia. Aumentano così da 7 a 12 i servicer che gestiscono specifiche tipologie di crediti NPE in outsourcing per conto di AMCO.