I segnali operativi su Ftse Mib e Nasdaq 100

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ftse Mib

Il Ftse Mib si riporta oggi in area 24.400 punti e poco sotto la trend line rialzista di medio periodo costruita sui minimi di novembre e febbraio. Non si tratta di una rottura vera e propria perchè mancano volumi e volatilità. In ogni caso, il break in chiusura di 24.425 punti potrebbe aprire ulteriore volatilità, perlopiù fisiologica, con target area 24.000 punti. Questo è un supporto molto importante che potrebbe rappresentare una buy opportunity. Al rialzo, invece, un primo segnale positivo si avrebbe con il superamento in forza di 24.470 punti, che coincide con la parte finale del gap down di fine febbraio 2020 dovuto alla crisi Covid. Si vedrà poi se il Ftse Mib avrà la forza di proseguire al rialzo verso i massimi pre-covid a 25.483 punti.

Nasdaq 100

Il Nasdaq 100 è riuscito a superare la fascia di prezzo tra 12.295 e 13.313 punti con una buona dose di volatilità e in gap up, spingendosi poi fino ai pressi dei massimi storici a 13.879 punti. Vedremo ora se l’indice tecnologico americano avrà la forza per agguantare nuovi record oppure se scatteranno le prese di beneficio con target area 13.500 punti per poi ripartire al rialzo. Oppure il Nasdaq potrebbe già mettere nel mirino la soglia psicologia a 14.000 punti con poi target a salire verso 14.500 punti. RSI che non è ancora in ipercomprato ci suggerisce che l’indice americano ha ancora spazio per salire dopo la forte rottura del livello di equilibrio di qualche seduta fa.


Ricevi ogni giorno via email la newsletter sulle analisi Dax, Ftse Mib, Eurostoxx50.
ISCRIVITI ORA GRATUITAMENTE!!