1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Wind, la parola passa a Scaroni

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul tavolo di Paolo Scaroni ci sono già due lettere di interesse per acquistare Wind. La prima è del fondo americano Blackstone, sostenuto per la parte finanziaria da Lehman Brothers e Citigroup, che hanno già avuto accesso ai conti del terzo gestore della telefonia mobile. La seconda è firmata dal Weather Fund di Naguib Sawiris, Ipe e Wilbur Rose e raccoglie intorno a sé un gran numero di consulenti e banche finanziatrici. Qualche giorno fa a Palazzo Odescalchi a Roma si sono incontrati per fare il punto della situazione una cinquantina di persone: gli advisor finanziari Rothschild, Banca Imi, Ubs, Abn Amro, il revisore dei conti Deloitte, il consulente strategico AtKearney, i legali della Dewey Ballantine e per la comunicazione Hansen Worldwide. Per finanziare l’offerta si sono detti disponibili Ubs, Banca Imi, Deutsche Bank, Abn Amro, Bank of Scotland e la giapponese Mizhui ma prima di impegnarsi vogliono vedere da vicino i conti della società. Entrambe le offerte sono per i due terzi o la totalità del capitale. Ora tocca a Scaroni.