News Indici e quotazioni Wall Street in preda al panico da recessione, subito -2% l’S&P 500. Giù Occidental Petroleum dopo mossa Warren Buffett

Wall Street in preda al panico da recessione, subito -2% l’S&P 500. Giù Occidental Petroleum dopo mossa Warren Buffett

Montano ulteriormente i timori di recessione su entrambe le sponde dell'Atlantico e Wall Street apre la seduta odierna in deciso calo. Gli operatori di mercato temono che un altro aumento di 75 punti base alla fine del mese da parte della Federal Reserve renda sempre più probabile una caduta recessiva della maggiore economia mondiale.

Nuovo calo dei rendimenti dei Treasury statunitensi: quelli dieci anni sono in area 2,8%, sostanzialmente allo stesso livello di quelli a 2 anni, riflettendo le preoccupazioni degli investitori su una potenziale recessione economica negli Stati Uniti.

Dopo essere rimasta chiusa nella giornata di ieri, in occasione della festività nazionale dell'Independence Day, la Borsa di New York segnala forti ribassi con S&P 500 giù dell'1,95% a 3.750 punti, il Dow Jones cede l'1,8% e il Nasdaq l'1,84%.

Tra le big di Wall Street tonfo del 3,8% per Tesla, oltre -2% per Alphabet, mentre Apple al momento contiene i cali a -0,91%. Spicca poi il tonfo del 3,1% circa per Occidental Petroleum nonostante la Berkshire Hathaway di Warren Buffett abbia aumentato la sua partecipazione nel produttore oil, acquistando quasi 10 milioni di azioni.