1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Union Investment: “Nel 2005 Usa ancora motore economia mondiale”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Come mettono in evidenza gli esperti di Union Investment, il 2004 é stato un anno difficile ma, al tempo stesso, buono per i mercati azionari: alla fine dell’anno i mercati hanno potuto recuperare le perdite registrate sino ad agosto. I mercati azionari europei e americani hanno vissuto un anno turbolento, a causa sia degli sviluppi economici negli Stati Uniti, sia dell’elevato livello del costo del greggio che, in alcune fasi, ha raggiunto livelli record. “Tale rincaro del petrolio”, affermano i gestori della casa d’investimento tedesca “ha compromesso l´ottimismo iniziale circa la possibile ripresa dell´economia, mettendo a repentaglio la dinamica di crescita dei mercati internazionali. Ma col trascorrere delle settimane il quadro congiunturale é andato migliorando e ha mostrato segnali di crescita. Un fattore importante per i mercati é stato il calo del greggio e i buoni dati fondamentali quali, ad esempio, il mercato del lavoro o la vittoria elettorale di George W. Bush”. Per i mercati azionari Usa ed europei il 2005 potrebbe essere, secondo Union Investment, un altro anno positivo e ciò grazie alle attese di dati macroeconomici che dovrebbero confermare una fase di crescita e dunque in grado di sostenere i mercati. Tuttavia il maggior potenziale di crescita sarebbe riscontrabile più che nell’area Euro negli Stati Uniti. “Qui, infatti” ritengono gli analisti di Union Investment “nonostante un rallentamento rispetto al 2004, è prevista una crescita del Pil intorno al 3%, tanto da far apparire ancora una volta gli USA come il motore economico mondiale”. Inoltre, gli economisti di Union sono convinti che il prezzo del petrolio possa assestarsi al di sotto dei 40 dollari al barile, escludendo ripercussioni negative sulla crescita. C’è quindi fiducia anche per quanto riguarda l’andamento generale degli utili aziendali e, in particolare, le societá europee offrono valutazioni veramente interessanti. Anche per questa ragione la strategia d´investimento di Union Investment sovrappesa i titoli europei mentre sottopesa quelli statunitensi.