1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Test asta Btp del 27 febbraio con la maxi emissione del nuovo decennale al 2029

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Domani e dopodomani si susseguiranno le aste di Bot e BTP, ultimi test del mese di febbraio, con l’offerta complessiva di titoli a breve e media-lunga scadenza fino a un massimi di 13,25 miliardi. Saranno anche i primi test dopo la conferma del giudizio sull’Italia da parte di Fitch che ha quindi evitato il temuto declassamento del paese e non ha neanche convertito l’outlook in watch negative (che avrebbe fatto percepire come vicino un downgrade).

Per quanto concerne l’asta Bot, il Tesoro offrirà titoli semestrali per sei miliardi di euro. Il clou sarà però l’asta del giorno successivo con Btp a 5 e 10 anni, insieme anche al CCTeu per 1,25 miliardi massimi (forchetta 750mln-1,25 mld).

Nuovo btp a 10 anni, Tesoro punta ad allocare fino a 4 mld

Relativamente ai Btp, spicca il debutto del nuovo decennale con scadenza febbraio 2029. Il Tesoro per il nuovo titolo decennale ha previsto l’emissione di un quantitativo elevato: da un minimo di 3,25 miliardi a un massimo di 4 miliardi. Sarà importante la domanda che arriverà per questa emissione e anche il tasso a cui verrà allocato. Per il Btp a 5 anni (13a tranche, scadenza ottobre 2023) l’emissione sarà più contenuta (range 1,5-2 mld).

 

Lo scorso mese il Tesoro ha assegnato tutti i 5,25 miliardi di euro di Btp a 5 e 10 anni offerti in asta. Il Btp a 5 anni era stato allocato al tasso medio dell’1,49% (in calo dall’1,79% del collocamento di dicembre), mentre il decennale segnò un rendimento del 2,6% dal 2,7% precedente.