1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Tesla inciampa a Wall Street, da Cina pesanti critiche su qualità delle sue auto elettriche

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Vendite oggi sul titolo Tesla che paga le critiche in arrivo dalla Cina che mette in dubbio la qualità dei suoi veicoli. Le azioni del colosso delle auto elettriche segnano un calo dell’1,6% sotto la soglia degli 850$. Tesla, che sta crescendo velocemente sul mercato cinese, è stata chiamata dal governo cinese per colloqui su questioni di qualità nelle sue auto elettriche dopo essere stata costretta a richiamare oltre 160.000 veicoli negli Stati Uniti per controlli touch screen difettosi la scorsa settimana. Un gruppo di autorità cinesi, tra cui il principale regolatore del mercato del paese e l’autorità dei trasporti, hanno indetto colloqui con Tesla dopo che i consumatori del Paese asiatico si sono lamentati di irregolarità delle auto Tesla nell’accelerazione, nell’accensione della batteria, errori di aggiornamento del software e altri problemi del veicolo.

Tesla ha dichiarato sulla piattaforma di microblogging Weibo che “accetta sinceramente la guidance dei dipartimenti governativi” e “rispetterà rigorosamente le leggi cinesi”, lavorando anche per rafforzare la sua struttura operativa interna e il flusso di lavoro sotto la direzione delle autorità di regolamentazione al fine di garantire la sicurezza e i diritti dei consumatori. Tesla sta crescendo velocemente in Cina ma in questi anni ha effettuato una serie di richiami a causa di parti o funzioni difettose. L’ultimo è stato il richiamo di 20.428 veicoli Model S importati e 15.698 unità di Model X importate.

La Cina contribuisce per 6,66 mld di dollari ai ricavi di Tesla nel 2020, un ammontare più che doppio rispetto all’anno prima e pari a più del 20% del totale dei ricavi del colosso che fa capo a Elon Musk (dal 12% circa del 2019). La Gigafactory di Shanghai, dove Tesla gode di agevolazioni fiscali concesse dal governo municipale locale, ha permesso alla casa automobilistica di localizzare gli approvvigionamenti e la produzione, abbassando così i prezzi della Model 3.