1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

La stretta monetaria spaventa anche la Cina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Netto calo per la Borsa cinese con l’indice Shanghai Composite che ha terminato con un pesante -2,3% a 1.286 tra vednite generalizzate che hanno coinvolto tutte le principali società quotate. La minaccia di un rialzo dei tassi di interesse per frenare la crescita dell’inflazione non piace al mercato ma anche l’attesa per le decisioni dell’Assemblea del popolo non lasciano tranquilli gli operatori che temono un’ondata di nuovi collocamenti in Borsa.