1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari firma la performance più negativa nel panorama europeo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Se ieri Piazza Affari aveva messo a segno la migliore performance nel panorama europeo quest’oggi è stato l’esatto opposto: il listino milanese ha terminato la settimana con il Mibtel in flessione dell’1,96% a 15.680 punti e l’S&P/Mib40 in discesa del 2,60% a 20.093 punti, i cali maggiori della sessione del Vecchio continente. E ciò nonostante una apertura della City milanese all’insegna dei guadagni. A pesare sui listini europei e su Piazza Affari in particolare è stata la negatività che Wall Street ha cominciato a evidenziare dopo un avvio in positivo. L’inversione del trend del mercato a stelle e strisce sarebbe a sua volta riconducibile ad alcuni casi particolari, come il profit warning lanciato da Chevron ma soprattutto al caso Lennar, società di costruzioni che parrebbe rea di avere implementato uno schema di frode di tipo Ponzi (analogo a quello adottato per frodare i clienti da Bernard Madoff). Tra l’altro il dato a stelle e strisce sul mercato del lavoro tanto atteso è stato in linea con le attese ma ha tratteggiato un quadro ugualmente drammatico: a dicembre il dipartimento del Lavoro Usa ha registrato un calo dei posti di lavoro non agricoli nell’ordine di 524 mila unità (-500 mila circa le attese). Il dato porta i posti di lavoro persi nel 2008 negli Stati Uniti a quota 2,6 milioni, livello più elevato dal Dopoguerra.