1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari e Borse europee previste poco mosse in avvio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari e le principali Borse europee dovrebbero aprire intorno alla parità, dopo un inizio di settimana difficile. Ieri l’indice milanese Ftse Mib, arrivato nel corso della seduta a cedere anche più del 3%, ha chiuso le contrattazioni a 21.410 punti, in calo del 2,57%. A gravare sui mercati è stato il cosiddetto ‘effetto mutazione’ con la variante britannica (più aggressiva) del Covid-19 che sta alimentando il nervosismo. Il timore è che tale mutazione possa portare ad ulteriori lockdown a livello globale con ricadute sulla ripresa economica. Intanto diversi stati, tra cui l’Italia, hanno sospeso i viaggi negli/dal Regno Unito. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha messo in guardia contro ogni timore eccessivo rispetto a questa variante, precisando che fa parte della normale evoluzione di una epidemia e che la sua scoperta ha dimostrato l’efficacia dei sistemi di monitoraggio sul coronavirus.

A impensierire c’è poi la prospettiva che i negoziati tra Londra e UE non portino a un accordo sul fronte Brexit. Scivola così in secondo piano la notizia che il Congresso degli Stati Uniti ha finalmente approvato il piano di stimoli economici da 900 miliardi di dollari, che si sostanzierà in aiuti alle famiglie e alle imprese. Questa mattina i listini asiatici hanno imboccato la strada dei ribassi, con Tokyo che ha terminato gli scambi con una flessione di oltre 1 punto percentuale.

Pochi gli spunti macro previsti oggi. Da monitorare in particolare il Pil americano relativo al terzo trimestre, a cui seguirà la fiducia dei consumatori e le vendite di case esistenti negli Usa.