1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari e Borse europee previste in leggero calo, i temi da seguire oggi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari e le principali Borse europee sono previste in leggero ribasso in avvio di quest’ultima seduta della settimana, dopo i guadagni di ieri nel giorno della Bce, che ha confermato come da attese la politica monetaria ultra-espansiva con tassi fermi ai minimi storici e acquisti netti nell’ambito del Programma di acquisto pandemico PEPP da 1.850 miliardi di euro che andranno avanti almeno sino alla fine di marzo 2022. L’istituto centrale ha rimarcato che si attende che in questo trimestre gli acquisti nell’ambito del PEPP proseguano a un ritmo significativamente più elevato rispetto ai primi mesi dell’anno.

A pesare sugli scambi la debolezza di Wall Street ieri sera, che ha fatto marcia indietro per paura di un aumento della tassazione per i più ricchi da parte dell’amministrazione Biden. Questa mattina Tokyo ha chiuso in ribasso di mezzo punto percentuale, in scia a nuovi timori legati alla situazione sanitaria. Secondo alcune indiscrezioni, il Giappone dichiarerà lo stato di emergenza a Tokyo, Osaka e altre due prefetture, mentre il paese lavora per contenere una nuova ondata di pandemia tre mesi prima delle Olimpiadi.

Oggi l’attenzione del mercato sarà rivolta al fronte societario, dove sono attese nuove trimestrali, ma anche a quello macro, da cui giungerà l’indice Pmi sul settore privato. Nel corso della mattina verranno diffusi gli indici Pmi manifatturiero e servizi di Francia, Germania, Gran Bretagna ed intera Eurozona relativi al mese di aprile, in lettura preliminare. Nel pomeriggio dagli Stati Uniti giungeranno i Pmi e le vendite di nuove case.

Per quanto riguarda l’Italia, oggi è in programma la riunione del Consiglio dei ministri sul Recovery plan, mentre in serata è prevista la revisione del rating di S&P sull’Italia. Oggi si chiuderà il collocamento del nuovo Btp Futura. Tra i titoli di Piazza Affari, da monitorare Moncler che ieri sera a mercato chiuso ha snocciolato ricavi trimestrali migliori delle attese. Il titolo ha chiuso in rialzo del 2,2%, portandosi in area 53,5 euro a ridosso dei massimi storici toccati il 19 febbraio. Attenzione anche un altro titolo del lusso, Tod’s, che ha annunciato che il colosso francese LVMH è salito fino al 10%.