1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari e Borse europee previste deboli in avvio, attenzione a Bper e Saipem

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’ultima seduta del mese di febbraio dovrebbe avviarsi in moderato calo per Piazza Affari e le Borse europee, in scia alla debolezza di Wall Street ieri sera e dei listini asiatici questa mattina (Tokyo ha chiuso in calo dello 0,79%). Focus sul comunicato diramato dalla Casa Bianca, all’indomani del secondo incontro tra il presidente americano Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un, avvenuto in Vietnam. Dopo i toni trionfalistici, la Casa Bianca ha annunciato un cambiamento di programma, comunicando che il meeting sarebbe stato bruscamente interrotto entro la mezz’ora successiva, molto prima di quanto previsto. Cancellati inoltre un incontro atteso per pranzo e una cerimonia per la firma congiunta di un documento da entrambe le parti. Il summit aveva come obiettivo quello di convincere la Corea del Nord ad abbandonare le proprie ambizioni nucleari in cambio del ritiro delle sanzioni Usa.

Non solo. In un intervento alla Camera, il rappresentante al Commercio Usa Robert Lighthizer ha affermato che la Cina deve impegnarsi di più a risolvere le tensioni commerciali con gli Stati Uniti, e che l’acquisto da parte di Pechino di una maggiore quantità di prodotti americani non basta a siglare un’intesa tra le controparti. Nei giorni precedenti, i mercati avevano esultato per l’annuncio del presidente americano Donald Trump relativo alla decisione di rinviare l’aumento di dazi doganali previsto per beni cinesi per un valore di 200 miliardi di dollari, inizialmente fissato per l’1 marzo. Trump aveva parlato di ‘progressi significativi’, mostrandosi ottimista sulla possibilità di raggiungere un’intesa con la Cina.

Intanto dal fronte macro è giunto l’indice Pmi manifatturiero della Cina, che a febbraio è peggiorato a 49,2 punti, rispetto ai precedenti 49,5, e al di sotto dei 49,5 punti attesi, rimanendo in fase di contrazione per il terzo mese consecutivo e capitolando al minimo in tre anni. Oggi sono attese alcune indicazioni, tra cui spicca il Pil degli Stati Uniti. Per quanto riguarda l’Italia, oggi l’Istat diffonderà il dato sull’inflazione. Tra i titoli di Piazza Affari, attenzione a Bper Banca, che presenta il nuovo piano, e Saipem che ha diffusi i conti.