1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in rialzo, attesa per Bce. Spunti su FCA e Telecom Italia

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in rialzo alla vigilia della Bce in una seduta caratterizzata dal nuovo strappo ribassista dell’euro. La moneta unica è scivolata sotto quota 1,11 rispetto al dollaro, il livello più basso da quasi 12 anni. Una spinta ribassista che si è acuita nel pomeriggio dopo gli ultimi riscontri arrivati dagli Stati Uniti, in particolare l’Ism servizi di febbraio salito a 56,9 punti. Per quanto riguarda la riunione della Bce gli investitori guardano soprattutto a possibili ulteriori dettagli sul quantitative easing da 60 miliardi di euro al mese. Atteso anche l’aggiornamento delle stime economiche che potrebbero essere riviste al rialzo, mentre verranno diffuse per la prima volta le previsioni d’inflazione fino al 2017. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,65% a 22.131 punti.

Gli acquisti hanno premiato i titoli del comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato l’1,06% a 13,34 euro, Montepaschi il 2,54% a 0,564 euro, Popolare di Milano il 2,46% a 0,83 euro, Ubi Banca l’1,17% a 6,86 euro, Unicredit l’1,35% a 5,975 euro. FCA (+2,56% a 13,98 euro) è tornata a salire con i riflettori puntati sul Salone dell’Auto di Ginevra, da dove è emerso ottimismo sulle prospettive del mercato auto europeo per il 2015. Positiva Telecom Italia (+1,48% a 1,093 euro) all’indomani del CdM che ha esaminato un piano per la banda larga da 6 miliardi di euro nell’ambito dei target previsti dall’Agenda digitale europea. Debole Mediaset (-0,39% a 3,992 euro) dopo che l’Antitrust ha fatto sapere di aver richiesto informazioni alla controllata Ei Towers sull’offerta avanzata per l’acquisto di Rai Way. Enel (+0,98% a 4,114 euro) sotto i riflettori dopo le indiscrezioni sulla controllata Slovenske Elektrarne. Ancora prese di beneficio su Luxottica (-0,36% a 54,20 euro) che due sedute fa aveva aggiornato i massimi storici.