1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Opa Bbva, per Citigroup non ha senso accontentarsi di meno del 50%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Citigroup boccia il possibile cambio di rotta del Banco di Bilbao. Secondo la stampa gli spagnoli si accontenterebbero di ottenere anche meno del 50% del capitale di Bnl. La coerenza è dei cretini recita un noto proverbio. In questo caso però ne andrebbe dell’onore degli spagnoli. “Sarebbe poco interessante a nostro avviso per il Bbva avere meno del 50% del capitale di Bnl, dal momento che una quota di minoranza non include nessun accordo per il controllo o una futura opzione per questo”. E’ la tesi del broker. I motivi sono tre. “In primo luogo la mancanza di pieno controllo potrebbe impedire la creazione di sinergie e distrarre il Bbva dal focus di migliorare significativamente l’operatività di Bnl, uno dei motivi che sottostanno all’acquisto”, spiegano gli esperti della merchant bank. “Poi la futura espansione in Italia diventerebbe un punto interrogativo. Senza il pieno controllo di Bnl sarebbe difficile giustificare un ulteriore acquisizione, dal momento che i benefici di una tale operazione sarebbero difficili da quantificare per la mancanza di controllo. Terzo e ultimo pensiamo che una quota di minoranza potrebbe aumentare il regime di incertezza per un’espansione organica futura del Bbva, che potrebbe diventare un peso per la performance del titolo”, snocciolano gli analisti di Citigroup. Insomma gli esperti sono per il tutto o niente. E chissà che gli spagnoli non riconoscano un pizzico di verità.