1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Nuovo crollo del Bitcoin: cade di oltre -10% a minimo intraday $40.257. Dietro il tonfo stavolta c’è la Cina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ennesimo capitombolo del Bitcoin, che è crollato fin oltre il 10% scivolando al minimo intraday di $40,257,80, al minimo dal 9 febbraio scorso, stando a quanto emerge dai dati di Coindesk.

Il valore è inferiore di circa il 37% rispetto al massimo di sempre di $64.829,14 testato alla metà di aprile.

La decisione di Tesla, lo scorso 12 maggio – via annuncio su Twitter del fondatore Elon Musk – di sospendere l’acquisto delle sue auto elettriche utilizzando la criptovaluta ha bruciato da sola più di $300 miliardi dal mercato cripto.

L’ennesima stangata è arrivata nella giornata di ieri, con la decisione di tre autorità cinesi responsabili della vigilanza delle banche e dell’industria dei pagamenti, di avvertire le istituzioni finanziarie di non fare alcun business che comporti l’utilizzo delle criptovalute, inclusi il trading e la conversione di valute fiat in monete digitali.

Le tre istituzioni che hanno stabilito il divieto di fare transazioni in criptovalute sono la National Internet Finance Association of China, la China Banking Association e la Payment and Clearing Association of China.