1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati asiatici : Non scende l’inflazione in Cina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Variazione degli indici rilevata alle ore 5:30 :

Topix (Tokyo) -0.74%
Nikkei 225 +0.23%
China Csi 300 -0.78%
Shanghai -0.55%
Shenzhen -0.21%
Taiwan Taiex -0.13%

Con le borse di Hong Kong e Corea chiuse per festività religiosa, le restanti borse asiatiche non trovano particolari spunti rialzisti e continuano a guardare con preoccupazione a inflazione e costi delle materie prime.

Il governo di Pechino ha diffuso oggi il dato sul tasso di inflazione in Cina che è stato dell’ 8.5 in aprile, confermando la tendenza al rialzo in corso da alcuni mesi. Si tratta di un tasso leggermente inferiore all’ 8.7 record di febbraio, ma più alto rispetto all’ 8.3 di marzo.
Lo yuan ha guadagnato lo 0.4% verso il dollaro subito dopo la pubblicazione del dato sul tasso di inflazione, cresciuto nonostante gli sforzi delle autorità per limitare il rialzo dei prezzi.
Il rafforzamento dello yuan si fa sentire soprattutto nei confronti dei paesi confinanti produttori di materie prime agricole. In Birmania mentre la popolazione scampata all’uragano rischia di morire di fame, la giunta militare continua ad esportare riso, preziosa fonte di valuta estera, questo mentre alla popolazione di Labutta, la città più colpita, le autorità non concedono più di una ciotola di riso per famiglia.
In questo scenario tragico, il regime birmano pensa soprattutto al suo referendum (che verrà sicuramente approvato) per il progetto di nuova Costituzione atta a trasferire tutto il potere nelle mani dei militari.

Roberto Malnati