1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati asiatici : In forte rialzo i titoli legati al business della ricostruzione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Variazione degli indici rilevata alle ore 5:30 :

Topix (Tokyo) -0.14%
Nikkei 225 -0.55%
Hang Seng -1.60%
China Csi 300 +1.96%
Shanghai +1.78%
Shenzhen +1.68%
Taiwan Taiex +0.19%
Kospi -0.24%

Ci sono mattine in cui non hai voglia di scrivere di niente. Mattine in cui pensi che il mondo sia sostanzialmente sbagliato e che dovresti solo tornare sotto le coperte e chiudere gli occhi.
Del giornaliero record del petrolio non mi pare il caso di parlarvi. Del conteggio dei morti in Cina nemmeno. Di quale siano le aziende cinesi che questa mattina segnano rialzi a 2 cifre pregustando il business della ricostruzione neanche. Non voglio nemeno parlarvi di possibili rese dei conti in terra cinese(La zona del sisma è oltre che estremamente povera anche socialmente e politicamente delicata. Vi vivono minoranze tibetane e nella zona ci sono state alcune delle proteste tibetane più violente a marzo ed aprile).

A puro titolo di cronaca vi riporto la notizia che il presidente americano George W. Bush ha reso noto ieri di aver pregato il presidente cinese Hu Jintao di assicurare al regime militare birmano che gli Stati Uniti sono in buona fede quando offrono aiuti umanitari al Paese devastato dal ciclone Nargis.
“Ho detto al presidente cinese Hu Jintao: Se lei e’ in contatto con i birmani, dica loro che siamo sinceri nei nostri sforzi per aiutarli”.
La giunta militare birmana ha ovviamente ignorato l’offerta avanzata dagli Stati Uniti di portare aiuti alla popolazione colpita dal ciclone utilizzando elicotteri e ha rifiutato ulteriori consegne americane.

La morale dovrebbe essere quella della favoletta di “al lupo al lupo”, ma per oggi non c’e’ morale. La morale è momentaneamente esaurita e stiamo attendendo i rifornimenti.

Roberto Malnati