1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati asiatici : Commodities, un banchetto principesco

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Variazione degli indici rilevata alle ore 5:30 :

Topix (Tokyo) -1.05%
Nikkei 225 -1.39%
Hang Seng -1.57%
China Csi 300 -0.87%
Shanghai -1.93%
Shenzhen -0.21%
Taiwan Taiex -0.52%
Kospi -1.20%

Quando leggi che il ministero birmano degli affari esteri in una dichiarazione pubblicata oggi da un quotidiano, fa sapere che la Birmania non è pronta ad accettare le squadre di soccorso, così come i giornalisti da paesi stranieri dopo l’uragano Nargis.

Quando leggi che il presidente dell’Opec, Chakib Khelil, pur sottolineando che il rialzo delle quotazioni e’ da imputare a fattori geopolitici e che domanda e offerta sono in equilibrio, ha detto chiaramente che se la svalutazione del dollaro proseguirà, il greggio potrebbe raggiungere i 200 dollari.

Quando vedi nel contempo vola il prezzo del riso e dei cereali e che si moltiplicano le scommesse per un petrolio a quota 200 entro dicembre, ti chiedi se non sia il caso di smetterla di preoccuparti di un mondo ingiusto, di fregartene dei birmani e di accettare senza troppe remore morali di partecipare a questo banchetto. In fondo basta poco. Qualche soldo in banca o a prestito. Meglio tanti e a prestito. Un generico strumento finanziario che ti permetta di comperare materie prime di cui non è mai prevista la consegna e un paio di giorni di tempo per guadagnare quello che con i titoli di stato raccogli (forse) in un anno.

“Il popolo ha fame e manca il pane”
“Dategli le brioches”.

E’ un banchetto principesco con tutti questi soldi facili da fare …. C’e’ quasi da perderci la testa.

Roberto Malnati