1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Market mover: l’agenda macro della giornata

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il market mover della giornata è rappresentato dai dati sul mercato del lavoro americano, in uscita nel pomeriggio alle 14.30 ore italiane. Il tasso di disoccupazione Usa è atteso stabile al 4,9% a marzo, mentre le non farm payrolls sono viste pari a 202mila unità. Tra le altre indicazioni, l’agenda macro prevede la lettura finale dell’indice Pmi manifatturiero di Spagna, Francia, Germania, Italia ed Eurozona a marzo. In uscita anche il tasso di disoccupazione in Italia e in area euro a febbraio. Nel dettaglio:
09:45 ITA PMI Manifatturiero
09:55 GER Indice PMI Manifatturiero
10:00 UE Indice PMI Manifatturiero
14:30 USA Disoccupazione
14:30 USA Variazione salari manifatturieri
14:30 USA Variazione salari non agricoli
16:00 USA Indice ISM Prezzi Pagati
16:00 USA Spese per edilizia
16:00 USA Indice ISM manifatturiero
16:00 USA Indice di fiducia Università del Michigan.

Commenti dei Lettori
News Correlate
I DATI MACRO PIU' IMPORTANTI DI OGGI

Market mover: l’agenda macro della giornata

L’agenda macro di oggi prevede alcuni dati in arrivo dagli Stati Uniti. Nel pomeriggio verranno diffusi gli aggiornamenti sulle vendite di case esistenti e le richieste di ipoteche, mentre in …

I LISTINI EUROPEI

Borse europee aprono intorno alla parità

Le Borse europee muovono i primi passi incerte intorno alla parità, dopo un inizio di settimana positivo. Nei primi minuti di contrattazione a Francoforte il Dax scivola dello 0,13%, a …

I DATI MACRO PIU' IMPORTANTI DI OGGI

Market mover: l’agenda macro della giornata

L’agenda macro di oggi è priva di indicazioni di rilievo. In assenza di dati, l’attenzione del mercato sarà rivolta alle questioni politiche, alle relazioni commerciali e alle prossime mosse delle …

DATO FINALE

Eurozona: inflazione annua rallenta all’1% a luglio

Rallenta l’inflazione nella zona euro. Secondo i dati comunicati dall’Eurostat, il tasso d’inflazione è sceso a luglio all’1% rispetto all’1,1% della passata rilevazione e del consensus Bloomberg. Si tratta del …