1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Luxottica, Goldman scruta sinergie con Cole National

QUOTAZIONI Luxottica Group
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prova della trimestrale in vista per Luxottica. Il gruppo guidato da Leonardo Del Vecchio alzerà il velo sui dati di bilancio prossimo 15 febbraio a mercato chiuso. Gli analisti di Goldman Sachs giocano d’anticipo in una nota uscita oggi e raccolta da Spystocks. Ebbene secondo le loro previsioni nell’ultimo trimestre del 2004 le vendite di Luxottica potrebbe aumentare del 27% a 912 milioni di euro, grazie all’acquisizione di Cole National, consolidata nell’ottobre 2004. Anche l’ebit è visto in crescita del 12% a 111 milioni di euro, con un ebit margin del 12,1% rispetto al 13,8% del quarto trimestre 2003, a causa della minore profittabilità delle operazioni retail recentemente integrate. A livello annuo la musica non cambia di molto. Goldman Sachs vede infatti ricavi in crescita del 13% a 3,194 milioni di euro, un ebit in aumento del 16% a 499 milioni di euro e un profitto netto in progresso del 7% a 285 milioni di euro. Tanta manna ha una sua ragione d’essere. E nel caso di Luxottica si chiama Cole National. Il broker sostiene che c’è molta attesa per il 15 febbraio per i dettagli che la società darà su Cole National in termini di guidance e sulle opportunità di miglioramento dei margini. Nel modello messo a punto dagli analisti di GS, si scopre che il broker prevede un ebit margini di CN in crescita dal 3% nel 2003 al 6,5% nel 2006 e addirittura all’8,7% nel 2007. Meglio mettere al bando un eccesso di ottimismo. Le due righe conclusive della nota smorzano l’entusiasmo: “tutto questo deve essere confrontato con un Ebit margin sul retail del gruppo al 13,5% nel 2003”. Rating in-line confermato su Luxottica.