1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Jp Morgan resta neutral su SanPaolo, meglio puntare su Bca Intesa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il mercato da intenditore aveva intuito qualche giorno fa troppo ottimismo su SanPaolo Imi. Gli operatori avevano ventilato di un profit warning in arrivo alla corte di Pietro Modiano. Ombre che erano subito state diradate dal quartier generale di SanPaolo. Che qualcosa fosse vero però lo sostengono oggi analisti di Jp Morgan. In una nota uscita appunto oggi e raccolta da Spystocks gli esperti della prestigiosa merchant bank si sono decisi a mettere mano alle loro stime. “Avevamo recentemente sbandierato che la nostra maggiore preoccupazione su SPI erano le stime di consensus troppo alte, di circa l’8% sulla media, e l’alto target dato sull’utile netto 2005, di ben il 25% troppo elevato. Il consensus è stato ridotto del 5% la scorsa settimana e noi ci poniamo nella parte bassa del range”, dichiarano gli esperti Jp Morgan. “Resta il fatto che nel lungo termine riconosciamo del potenziale alla ristrutturazione in atto, dal momento che il ratio cost/ income di SPI del 61% stimato per il 2005 è sopra quello che noi ci aspettiamo per i due maggiori competitors”, aggiungono alla merchant bank. “Con l’esperienza di Pietro Modiano pensiamo che ci sarà un incremento degli investimenti piuttosto che un taglio dei costi. Abbiamo dall’altra parte previsto una crescita dei prestiti del 5-6% durante il 2005-2006 in linea con i competitors senza escludere nessuna accelerazione”, spiegano gli analisti di Jp Morgan. “Sulla base del nuovo utile per azione SPI tratta a un multiplo P/E di 11,4 volte a premio del 9% sul settore europeo. Riteniamo la causa di Modiano sia già incorporata nel prezzo del titolo. Motivo che ci porta a riconfermare il rating neutral su SanPaolo Imi. Al momento vediamo meglio Banca Intesa”, concludono alla casa d’affari.