1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: Centro Studi Confindustria, nella seconda metà dell’anno più forti forze recessive

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nella seconda metà dell’anno gli esperti del Centro Studi Confindustria prevedono che si faranno sentire in modo più deciso le forze recessive, a cominciare dall’aumento delle materie prime energetiche e alimentari, con un rallentamento esteso a tutte le nazioni dell’area euro e meno marcato solo in Germania. “I provvedimenti fiscali appena varati, assieme all’impegno delle banche a bloccare le rate dei mutui ai livelli del 2006, se pienamente efficaci daranno ai consumi un sostegno equivalente allo 0,3% in ragione d’anno – precisano gli analisti – . Ciò aiuterà ad ammortizzare parzialmente e temporaneamente gli effetti dei fattori internazionali di crisi congiunturale, che in Italia sono amplificati dalle immutate carenze strutturali di competitività”.