1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Isagro e il fungo che in Usa ha colpito le piante da soia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A pochi sarà sfuggito il rush del titolo Isagro, che ha subito una vera e propria accelerazione negli ultimissimi giorni, immediatamente dopo il via libera accordato dall’Epa statunitense alla commercializzazione del fungicida Tetraconazolo negli Stati Uniti per la cura della soia. Sembra però che la corsa dell’azione possa non esaursi a patto che giungano da oltreoceano altre notizie incoraggianti per la società capitanata da Giorgio Basile. Se infatti la malattia della soia si espandesse nelle regioni dell’America Centrale non ancora colpite, nonché nell’America settentrionale, per Isagro si tratterebbe di un vero e proprio colpaccio. Tanto che i prezzi attuali, ed eventualmente anche quotazioni più elevate, sarebbero perfettamente giustificati dai fondamentali: la diffusione della malattia in America e le conseguenti maggiori vendite di tetraconazolo da parte di Isagro nel paese si tradurrebbero in maggiori profitti per il gruppo italiano. Insomma, la corsa forsennata del titolo Isagro, che peraltro ha avuto luogo con una certa caratteriscitca di continuità nel tempo, potrebbe avere una giusitificazione economica plausibile. Tutto (o quasi) dipende dall’andamento del mercato a stelle e strisce e… dal numero di piante di soia che saranno minacciate dal fungo!