1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Exploit di Tiscali, debole Mediolanum

QUOTAZIONI Tiscali
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

All’interno del listino delle 40 blue chip italiane la migliore performance è stata targata Tiscali, con l’azione che ha guadgnato oltre il 4% sulle indiscrezioni riguardanti il ritiro da parte del consorzio Ppf, di cui anche l’Isp sardo faceva parte, dalla gara per la compagnia telefonica ceca Cesky Telecom. In particolare, sembra che il governo ceco non abbia gradito la presenza di Tiscali all’interno della cordata. Sugli scudi anche l’azione Saipem. Il denaro non ha poi risparmiato Banca Mps, ma nemmeno SanPaolo Imi. I titoli del risparmio gestito, una volta tanto, hanno battuto strade speculari: mentre Fideuram ha terminato con segno più, Mediolanum ha chiuso la sessione in deciso calo. Sulle due società è giunto un report firmato Goldman Sachs. La banca d’affari ha riavviato la copertura su Banca Fideuram con rating “in line”. Gli analisti di Goldman Sachs reputano positiva l’enfasi posta dal piano industriale dell’istituto sulla crescita e sul recruiting. Le prospettive di crescita di Mediolanum sono invece la fonte delle preoccupazioni degli esperti della casa d’affari, tanto che il rating sull’azione del gruppo capitanato da Ennio Doris è stato tagliato da “in line” a “underperform”. Il rosso più intenso dell’S&P è stato quello accusato da Autostrade. Deboli anche Alleanza, Bnl, Fiat e ST Microelectronics, su cui ha pesato l’andamento stentato del comparto dei semiconduttori a livello globale. La controllante Finmeccanica, per contro, ha terminato in progresso, traendo spunto dalle indiscrezioni riguardanti la possibilità che il presidente della Guinea equatoriale possa presto volare su un aereo prodotto dalla società capitanata da Pier Francesco Guarguaglini.