1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Elezioni presidenziali Usa, New York Times: ‘Trump ha un conto corrente in Cina’

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Donald Trump avrebbe un conto corrente in Cina. E’ l’ennesima rivelazione del New York Times, che aggiunge che tre sono in tutto i paesi stranieri in cui il presidente americano ha aperto un conto corrente.

Il quotidiano newyorchese precisa che il conto in Cina fa capo alla Trump International Hotels Management Llc che, nel periodo compreso tra il 2013 e il 2015, avrebbe versato un ammontare pari a $188,561 in Cina.

Gli altri due paesi stranieri in cui Trump ha un conto corrente sono l’Irlanda e il Regno Unito. L’identità della banca cinese presso cui Trump ha aperto un conto, sottolinea il New York Times, non è chiara.

Il legale della Trump Organization, Alan Garten, si è rifiutato di fare il nome della banca cinese presso cui il presidente ha aperto il conto.

Garten ha precisato al New York Times che, per la precisione, è stata la società Trump Organization ad aprire “il conto, presso una banca cinese che ha filiali negli Stati Uniti, e al fine di pagare le tasse” in Cina. Di fatto, il conto sarebbe stato aperto una volta creata una sede nel paese, al fine di “esplorare potenziali accordi nel settore alberghiero in Asia”.

La rivelazione arriva a pochi giorni dalle elezioni presidenziali del prossimo 3 novembre, e in un momento in cui Trump accusa ripetutamente lo sfidante democratico Joe Biden di essere debole nei confronti della Cina.